Contratto preliminare

Il contratto preliminare è l’accordo mediante il quale le parti si obbligano reciprocamente a concludere un ulteriore contratto, ossia il contratto definitivo; tale schema contrattuale può essere applicato a qualunque negozio tra cui, in particolare, la vendita.
In questo caso gli effetti reali traslativi discenderanno dal contratto definitivo, mentre il contratto preliminare avrà effetti meramente obbligatori nel senso anzidetto.
E’ possibile prevedere che il contratto preliminare abbia effetti anticipati rispetto al definitivo, il quale dovrà comunque essere stipulato affinché vi sia l’acquisto della proprietà da parte del promissario acquirente; in particolare, potrà stabilirsi che in sede di preliminare debba avvenire la consegna dell’immobile e che tutto o parte del prezzo debba essere corrisposto a titolo di acconto.
Il contratto preliminare può essere trascritto ai sensi dell’art. 2645-bis, c.c., con efficacia “prenotativa”: per l’effetto, la trascrizione del successivo contratto definitivo prevarrà su trascrizioni ed iscrizioni anteriori eseguite contro il promittente alienante dopo la trascrizione del preliminare; in tal modo, il promissario acquirente sarà “al riparo”, ad esempio, da eventuali iscrizioni ipotecarie intervenute medio tempore. A tal fine sarà necessaria la forma dell’atto notarile.

Settore Immobiliare | Procura | Notaio Torino

Contattaci per un preventivo personalizzato per la tua pratica immobiliare al numero 011 4546593

RICHIEDI PREVENTIVO